A Thai Girl – Spaghetti di riso saltati con manzo e verdure

Si dice che non ci siano molte donne al potere perché non fa parte
dell’universo femminile la capacità di gioco di squadra.
Secondo il mio parere,se per gioco di squadra si intende ad esempio
guardare chi ce l’ha più lungo negli spogliatoi oppure darsi pacche sulle
spalle per le grandi imprese erotiche del proprio amico o gioire
animalescamente per il potere, allora sono d’accordo con voi, perché reputo noi
donne una puntina meglio di così.
Scherzi a parte però, non mi confesso appartenere a nessuna categoria
massimalista del tipo “assolutamente femminista”/”assolutamente maschilista” ,
ma credo piuttosto nelle capacità di ogni singolo individuo di fare quel che
può al meglio delle sue possibilità.
Va bene, forse credo nella superiorità naturale della donna, forse
vieto ai miei figli di usare termini tipo “femminuccia”, forse mi batto perché
i miei figli giochino con tutto senza che un solo giocattolo assuma valenze di
genere(si, anche un mestolo, una scopa e una bambola, ok?) e non lo faccio
perché sono una femminista, ma più semplicemente perché i miei figli evitino di
diventare dei maschilisti, evitino di credere che una donna debba fare
necessariamente i mestieri di casa manco fosse un’esigenza genetica e ultimo,ma
non ultimo, evitino di considerare il concetto di uguaglianza come un concetto
relativo.
Se mi credevate la tipa da urlare “la fica è mia e me la gestisco io”
vi sbagliate per il solo fatto che questo genere di concetti sono così ben
radicati dentro di me, che non ho di certo bisogno di andarli ad urlare. Detto
questo mi piacerebbe tornare al concetto di gioco di squadra, perché c’è un
qualcosa e un qualcuno di cui oggi voglio parlare, qualcuno che per una volta
non sono io, ma è Lei in particolare e, in un senso più largo, anche un noi.

 Prima di confondervi con le mie lunghe premesse, si rende necessaria
una breve parentesi.

Ce l’avete presente quel logo che rappresenta una gallina e che potete
trovare nella colonna destra di questo blog se lo scorrete un po’?
Quel logo rappresenta 400 donne e anche qualche bell’uomo, tutte
diverse fra loro, tutte con la propria personalità, tutte accomunate/i da una
sola passione: il cibo.
La comunità delle bloggalline, è un insieme di bloggers di food che
hanno un luogo segreto nel web dove essenzialmente si fanno un sacco di
chiacchiere, ci si scambiano pareri e competenze, ci si aiuta nelle difficoltà
e più in generale si fa qualcosa di eccezionale: si fa squadra e in alcuni casi
addirittura famiglia.
La genitrice madre di questo progetto, insieme ad altre splendide
donne, è però una donna in particolare, una di quelle forze della natura che a
volerla analizzare per capire esattamente come fa ad essere tutte quelle cose
insieme, ci devi perdere un po’ di tempo.
Vatinee Suvimol è una donna thailandese di nascita e Milanese di
adozione, fa l’avvocato, la blogger di successo (A Thai Pianist é il suo blog), è una madre e una moglie e ha dato il via
ad un portale di cibo incredibile, iFood , che vi consiglio di andarvi a
guardare se ancora non lo avete fatto (e di cui spero di entrare presto a far parte, ma questa è un’altra
storia).
Si conquista la mia rubrica Blog I love per molte ragioni, tutte già
espresse nelle righe precedenti, ma anche per alcune non così esplicite.
Se andate a leggervi il suo blog, troverete molte storie fatte di
nostalgia, di amore e di gioia, di tristezza e di leggerezza, ma tutte, proprio
tutte, trasudano umanità, e in nessuna parola potrete fare a meno di
rintracciare quella qualità rara tanto negli uomini, quanto nelle donne, che
prende genericamente il nome di generosità.
Vatinee è una persona generosa, che si spende per gli altri sempre,
che trova il tempo di dedicarti attenzione anche avendo mille cose da fare e
che soprattutto crede fermamente nelle sue idee e le porta avanti come un
ariete.
Lei sa bene perché io le sono riconoscente, ma non è il caso e la sede
per ricordarglielo, piuttosto, questa è la sede adatta ai ringraziamenti e alla
riconoscenza, perché una cosa la dovete sapere riguardo me e Vatinee,.
Questa donna mi ha donato un po’ di forza quando ne avevo bisogno e ha
creduto in me molto più di quanto non lo facessi io, inoltre è in bloggalline
che ho cominciato a capire cosa volesse dire essere una foodblogger migliore ed
è sempre in bloggalline che ho trovato più di una gallina con cui condividere
con gioia il mio pollaio.
Ora non so esattamente voi che valore dareste alla cosa, ma a me non
solo basta per sentirmi legata a lei, ma avanza pure un bel po’.
Grazie Vatinee, meglio una donna come te, che un intero branco di
uomini, senza dubbio.
Spaghetti di riso salatati con manzo e
verdure
Ingredienti per 4 persone
150 gr di spaghetti di riso
250 gr di manzo di primissima scelta
2 carote
la parte bianca di un porro
½ cipolla rossa
1 spicchio d’aglio
1 uovo
3 cucchiai di olio di semi di girasole
2 cucchiai di salsa di soia
2 cucchiaini di zucchero di canna
1 cucchiaino di sale
il succo di ½   lime
pepe nero e prezzemolo
Lo sapete qual è l’ingrediente che rende proprio incredibile questo
piatto? È il lime, che mai immaginereste a sposarsi con tutti questi
ingredienti e che invece dona una freschezza e un gusto pazzeschi.
Dovete sapere che la cucina thailandese, si è rivelata particolarmente
adatta alla mia dieta (si, l’ho cominciata, ahimè), soprattutto perchè ho
deciso di fare a meno per un paio di settimane di pane e pasta. Dunque un
piatto leggero, senza condimenti eccessivi, gustosissimo e completamente gluten
free, oltre ad essere anche molto semplice da eseguire ed estremamente veloce
da preparare.
Per dovere di cronaca devo dirvi che l’ho un po’ modificato secondo
gli ingredienti che avevo disponibili in casa, per cui per la ricetta originale
dovete proprio andare a vedervi quella di “A Thai Pianist” di Vatinee.
Cominciate facendo scaldare dell’acqua e mettete a bagno gli spaghetti
per il tempo che impiegherete a preparare il condimento (non più di 7 -8
minuti).
In una padella antiaderente, ancor meglio in un wok, scaldate un po’ d’olio
e lasciate soffriggere l’aglio (che rimuoverete una volta dorato) le cipolle
rosse e il porro precedentemente tagliati a fettine sottili.
Una volta dorato il tutto,aggiungete le carote e subito dopo la carne
tagliata in cubetti piccoli.
Quando la carne sarà cotta, aggiungete l’uovo intero e stracciatelo
con una cucchiarella fin quando non sarà cotto. Aggiungete il sale e lo
zucchero e prelevate gli spaghetti, che aggiungerete al resto.
Mantecate gli spaghetti con il condimento e aggiungete anche la soia.
Una volta che tutto sarà ben amalgamato, a fuoco spento aggiungete il
succo del lime, del pepe nero macinato e impiattate decorando con carota fresca
a striscioline, poca cipolla e prezzemolo tritato.
 Che la freschezza e la
primavera sia con voi!

11 Comments

  • Quello che avrei scritto anche io! E in questo pollaio sono felice di esserci e di averti trovata!

  • Ale ha detto:

    Ciao dolce e tosta francy, Vaty sarà sicuramente commossa dalle parole e dai pensieri che le hai dedicato…io la conosco bene ed è stata una delle prime amicizie del blog passate nella vita reale:una donna stupenda, forte, dolcissima…
    Deliziosi i tuoi noodles…mi hai fatto venire una voglia! Complimenti mia cara e io non vedo l'ora che sia maggio per abbracciarti.

  • Vaty ♪ ha detto:

    tesoro mio.. ma da dove inizio.. ? <3 :')
    stamane mentre ricevevo un cliente, ho sbirciato e ho visto prima questi noodles in bacheca a cui ho fatto LIKE subito e poi dopo ho visto la notifica e.. poi sono andata a leggere e poi. :') :') (il tutto davanti al cliente al quale ho detto: arrivo subito devo verificare questo articolo perchè è "pregiudiziale" 😉
    ed eccomi qui finalmente libera per poterti scrivere e dirti GRAZIE!
    oddio francy, questi post mi mettono un pò agitazione perchè – come sempre – divento paranoica e penso di non meritarmi nulla, che ho un'amica nel web a cui dovrei dedicarmi di più, che insomma, non sono mai all'altezza di nulla 😀
    però, davvero, detto da una donna forte, grintosa e eclettica come te, sono cosi felice e non posso che ricambiare in toto: mamma super perfetta, cuoca sopraffina, bellezza e ironia da vendere .. maròòòòò non vedo ora di concoscerti Francy!! ufficialmente -1 mese e ti stritolo tutta!!! #cantwati #solocosebelle #graziediesserci <3

    • lacaprino ha detto:

      Cara Vaty, ormai mi ripeto, ma tutto quello che ti arriva dalla vita è esattamente il ritorno di quello che abbiamo dato, quindi mi auguro che la tua sia umiltà, perchè la paranoia di non fare bene mi sembra assolutamente fuori contesto nel tuo caso!
      in ogni caso grazie sempre delle tue parole, anche se forse con tutta quella bellezza e perfezione mi sopravvaluti! ti strizzerò tutta, gallinella bella.

  • Che dire? Siete fantastiche! È bello trovare un gruppo di persone affini con cui condividere una passione e con cui stare bene.

  • lacaprino ha detto:

    la cosa più bella di tutte!

  • M.LUISA Zaza ha detto:

    W.le bloggalline;ne faccio parte anch'io,e possiamo urlarlo forte .Ottima ricetta,Luisa.

  • Anna ontheclouds ha detto:

    le bloggaline sono ua forza della natura…altro che parlamento e parlamentari che, a mio parere, non fanno altro che parlare (a vuoto). Sarà forse per questo che il termine parlamentare derivi da "parlare"? :/ mmm
    In ogni caso, adoro questo piatto , questo post , il tuo modo di scrivere e adoro essere bloggallina 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *